Misteri del mestiere

Mi sbatto a mettere in bolla la rotaia a cuscino d’aria, litigo con l’elettromagnete, ho quasi una colluttazione con il cronometro digitale, e quando finalmente riesco a mettere tutto a posto e vorrei condividere con loro l’emozione di toccare con mano una cosa sulla quale lavoriamo da un mese, se ne fregano, fanno un casino dell’ottanta, e alla fine non mi portano nemmeno la relazione.

Poi un giorno porto in classe una giochino per bambini costruito della semplice limatura di ferro e un magnete, praticamente questo, e si entusiasmano due classi su due manco avessimo fatto assieme l’esperimento che ci farà vincere a tutti il premio Nobel.

Mah… E se convincessi il collega a mettere qualche smile e una foto di Vasco Rossi sulla rotaia a cuscino d’aria?

Sento che la mia strada verso la comprensione degli adolescenti è ancora molto lunga e faticosa…

1 Response to “Misteri del mestiere”


  1. 1 LGO martedì, 17 marzo 2009 alle 10:29 pm

    Io invece ho avuto misteriosamente successo con la rotaia nella classe terribile. Però è proprio vero che a volte le classi hanno reazioni inaspettate…E’ il bello di questo lavoro, provarne tante e accorgersi che ogni tanto (ogni tanto…) qualcosa funziona😉


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger cliccano Mi Piace per questo: