Sguardi

I miei figli crescono, e parlano sempre di più. Anche mia figlia parla tanto, ed è per me un piccolo miracolo. Parlano dei giochi, dei compagni di scuola, dei compiti, di quello che è loro piaciuto nella giornata.

Guardo gli occhi degli adolescenti che ho davanti in classe, e mi trovo a pensare che fra un po’ di tempo, ma non tanto, anche i miei figli guarderanno il mondo con gli stessi occhi. Temo molto quel momento, e spesso mi domando cosa fare per aiutarli a vivere bene quel passaggio, che poi è IL passaggio della vita, quello che a seconda di come ci sei passato la tua vita girerà da una parte o dall’altra.

Sguardi assenti, vispi, curiosi o annoiati. Sguardi ingenui e scafati. Sguardi che vorrebbero essere grandi ma non sanno bene cosa fare, e nemmeno io a dire il vero, a più di quarant’anni, so cosa fare.

L’inizio dell’anno scolastico è un momento magico, di grandi fatiche ma anche di grandi scoperte e annusamenti.

Tutto sommato, anche se non ci sono per niente tagliata, sono contenta di fare questo lavoro.

Annunci

0 Responses to “Sguardi”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...





%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: